Sulla Marmolada il Museo più alto d'Europa

Il Marmolada Grande Guerra ospita una delle più innovative esposizioni sulla Prima Guerra mondiale.
©MUSEO MARMOLADA GRANDE GUERRA

Sala del Museo Marmolada Grande Guerra


Pubblicato il 07/03/2017
Ultima modifica il 07/03/2017 alle ore 10:00

Rocca Pietore, un comune in provincia di Belluno che fa parte dei Borghi più Belli d’Italia, si situa ai piedi della Marmolada, il gruppo montuoso delle Alpi meglio noto come Regina delle Dolomiti. Oltre alla Ski Area Marmolada, una parte del Dolomiti Superski e la riserva naturale dei Serrai di Sottoguda che ne sono le attrazioni più conosciute, vale la pena una visita al borgo per la presenza delle caratteristiche  botteghe artigiane, note per la lavorazione del ferro battuto e del legno. Ma anche per i suoi monumenti storici, tra cui la chiesa in stile gotico di Santa Maria Maddalena eretta nel 1442 che si caratterizza per il campanile a guglia ghibellina, la pala d’altare del 1517 e il tabernacolo del 1600.

IL MUSEO DA GUINNESS DEI PRIMATI DELLA MARMOLADA Per chi si trova da queste parti e prende la funivia della Marmolada può sostare alla stazione intermedia per visitare un museo da Guinness dei Primati. Si tratta del Museo della Grande Guerra, il più alto d’Europa situato a 2950 metri di altitudine. Fu qui, al centro della Zona Monumentale di Serauta che, in una guerra di posizione, si fronteggiarono Italiani ed Austro Ungarici dal 1915 al 1917. Gli scontri tra le cime e i ghiacciai delle Alpi, nelle posizioni strategiche fondamentali per il controllo delle valli sottostanti, hanno lasciato strutture che sono diventate oggi parte integrante del museo. Dagli ampi finestroni si possono infatti osservare le vicine postazioni italiane ed austriache ed i camminamenti che le collegano, mentre nella sale sono esposti cimeli di entrambi gli eserciti che sono stati rinvenuti nella zona. Sono sia oggetti personali che di guerra, oltre a riproduzioni di foto e documenti d’epoca.

Al centro della sala spicca quella che è conosciuta come la Città di Ghiaccio costruita dagli austriaci sotto il ghiacciaio per evitare i colpi di artiglieria italiani. Sono 12 chilometri di tunnel intervallati da caverne adibite a dormitori, cucine, infermerie, sale radio, cappella, mense, tutto scavato nel ventre del ghiacciaio della Marmolada che in alcuni punti superava i 50 metri di spessore. In prossimità del museo sono state riattivate e rese visitabili le postazioni in grotta italiane ed austriache della Punta Serauta e della Forcella VU. Le armi trovano nel museo una sezione a loro dedicata. Armi da fuoco e armi bianche sono ampiamente rappresentate, insieme a diversi modelli di bombe. Fucili, baionette e pistole sono accompagnati da schede multimediali che permettono di approfondire i dati tecnici di ogni arma ed evidenziano alcune curiosità.

 

home

home

La Stampa Shop
Le più belle CASCATE delle Alpi Occidentali
Fantastiche escursioni in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta; spettacolari colate d’acqua alte decine di metri e piccoli tesori nascosti. Itinerari adatti a tutti.
Ai rifugi con i bambini
70 splendidi luoghi dove poter assaporare la bellezza della montagna con i nostri ragazzi