Vice campione del mondo ai mondiali di basket e 87 alla maturità: ecco l’anti Donnarumma

Davide Denegri, 19 anni, di Serravalle Scrivia, in forza alla Novipiù Casale, società di pallacanestro di A2, aveva chiesto di anticipare la prova orale dell’esame il giorno prima della partenza per la rassegna iridata

Davide Denegri nel match con il Canada


Pubblicato il 12/07/2017
Ultima modifica il 12/07/2017 alle ore 19:56
serravalle scrivia

C’è chi la maturità non la affronta neppure e sceglie le vacanze a Ibiza per riprendersi da un Europeo di calcio deludente. Invece qualcun altro prima di partire per i mondiali Under 19 di basket, chiede di anticipare l’esame orale (su richiesta della Federbasket alla scuola) per non perdere un anno di studio e per assolvere a un dovere morale prima che personale. 

 

Davide Denegri, il talento della Junior Casale nato l’8 maggio 1998, che coi suoi tiri da tre punti e la sua freddezza nei tiri liberi ha trascinato l’Italia U19 all’argento mondiale col Canada, è fatto così: prima il dovere e poi il piacere perché per lui la pallacanestro è divertimento, anche ad alti livelli. Così, il 28 giugno, proprio nei giorni in cui Donnarumma meditava di soprassedere alla maturità e discuteva di un rinnovo di contratto milionario col Milan, Davide, di prima mattina, ha varcato l’uscio dell’istituto superiore Leardi di Casale per affrontare la prova orale degli esami che chiudono il ciclo di studi scolastici secondari che per Davide erano incentrati sul settore turistico. 

MURIAP

 

Una data che Davide ha trovato in un calendario di impegni sportivi di primo piano, fra un torneo preparatorio in Spagna e uno in Germania. Lui però alla maturità non intendeva rinunciare, spinto da una famiglia e da un club, la Junior Casale, che pongono sullo stesso livello lo sport e lo studio come spiega papà Mauro Denegri (nella foto con Davide e la moglie Vittoria): «Davide ha sempre studiato, prima al liceo Amaldi di Novi Ligure e poi, quando si è trasferito a Casale nella foresteria Junior, al Leardi: anche il passaggio scolastico e di istituti è stato soft grazie a una preside e a degli insegnanti che gli hanno permesso di ambientarsi». 

 

D’altronde per i Denegri, lo studio è importante perché Simone, il fratello maggiore di Davide studia al Politecnico di Torino e mamma Vittoria, all’inizio dell’avventura a Casale, si sobbarcava andata e ritorno in auto oltre 120 chilometri da Serravalle Scrivia (paese di residenza del talento azzurro) a Casale per permettere al figlio (gioca a basket anche il fratello maggiore, Simone, con Davide nella foto sotto) di giocare e al contempo non rimanere indietro nel programma scolastico. 

MURIAP

 

La famiglia di Davide abita a non meno di 50 metri dal PalaPatri di Serravalle, il campo dove ha esordito in serie C Gold a 16 anni realizzando 16 punti. Un predestinato. La scuola però rimane un punto fermo anche per le amicizie che Davide ha saputo coltivare e invece pensa anche al post maturità con l’idea di studiare Scienze motorie e con un 87/100 all’esame di media superiore al Leardi di Casale che la dice lunga sulla possibilità di portare avanti lo sport professionistico e lo studio: «È stata dura trovare il tempo per studiare ma ho avuto una settimana di respiro e ci ho dato dentro». Il 21 luglio sarà a Novi alla seconda edizione del memorial Andrea Foglia (il dipendente di una ditta di slot machine ucciso), solo come testimonial però perché i tanti impegni non gli permettono di giocare e un po’ in cuor suo gli dispiace. 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno