Vittoria per Nosey, l’elefantessa sarà trasferita in una riserva


Pubblicato il 15/11/2017

Sono serviti anni di lotte, ma finalmente si sono visti dei progressi nella battaglia per ottenere la libertà per Nosey, un’elefantessa che ha passato praticamente tutta la vita in catene.  

 

Dal 1997, infatti, Nosey è stata incatenata, bastonata e lasciata senza cure veterinarie, ma soprattutto costretta a esibirsi e a portare a spasso le persone sulla sua schiena. 

 

 

L’animale oggi soffre di artrite ed è zoppa a causa degli anni in cattività. Non solo, la povera Nosey non ha mai avuto contatti con altri elefanti. 

L’aguzzino del povero animale, Hugo Liebel, ha subito oltre 200 procedimenti per maltrattamento di animali e ora, finalmente, Nosey verrà portata all’Elephant Santuary in Tennessee, la più grande riserva degli Stati Uniti. 

 

 

Nosey sarà portata lì durante il processo contro Liebel e moltissimi cittadini si sono informati delle condizioni della sfortunata elefantessa, che finalmente sarà in grado di riprendersi grazie alle cure dei medici e a un trattamento corretto. Ma soprattutto, grazie alla presenza dei suoi simili. 

 

 

Gli elefanti, infatti, sono animali socievoli che passano tutta la vita con le loro famiglie in branco e per questo soffrono terribilmente quando sono costretti all’isolamento nei circhi.Per fortuna, per Nosey ora finalmente la vita cambierà in meglio.  

 

 

 

 

 

*****AVVISO AI LETTORI******

Segui le news di LaZampa.it su Twitter (clicca qui) e su Facebook (clicca qui)

*********************************

home

home

Sfondi lazampa
Da oggi non solo per il tuo PC ma anche
per il tuo cellulare
scarica lo sfondo del mese
Il libro