Aston Martin Vantage, la sportiva inglese ha un cuore tedesco da 510 CV

La nuova generazione ha una linea mozzafiato e un motore di origine Mercedes-AMG


Pubblicato il 21/11/2017
Ultima modifica il 21/11/2017 alle ore 16:45

La Aston Martin Vantage è sempre stata un modello apprezzato da critica e pubblico: merito dell’estetica riuscita e delle elevate prestazioni. Dal 2005, anno in cui è arrivata sul mercato, ne sono state vendute quasi 22 mila unità. Ad oggi costituisce probabilmente l’unica vera alternativa credibile a sua maestà Porsche 911 in termini di posizionamento commerciale, prestigio e fruibilità (per chi è sensibile al tema, la Aston ha un bagagliaio da 350 litri di volume). Le nuove versioni della Vantage e della più esclusiva DB11 sono i primi modelli nati sotto la gestione italiana di Investindustrial, fondo della famiglia Bonomi che controlla il marchio di Gaydon dalla fine del 2012. 

 

CAIBAL

 

La marca rimane squisitamente britannica nella filosofia e nel design ma si avvale di motori e tecnologie tedesche. La nuova Vantage, le cui immagini sono state svelate oggi, è una “gt” relativamente compatta - è lunga 4,46 metri - che si caratterizza per linee fedeli alla tradizione del marchio, mascherina frontale in primis. Tuttavia la vettura è spinta da un V8 4.0 biturbo tedesco, di origine Mercedes-AMG, che eroga 510 CV e 685 Nm di coppia motrice, per un consumo medio dichiarato di 8,2 litri ogni 100 km: una “mandria” che passa attraverso un cambio automatico a otto marce installato sull’asse posteriore e si scarica sull’asfalto tramite le ruote posteriori di trazione. La piattaforma costruttiva in alluminio deriva da quella della DB11, ma il 70% degli elementi sono progettati ad hoc. 

 

CAIBAL

 

Le prestazioni sono quelle “giuste”: grazie al peso a secco di 1.530 kg, divisi equamente fra i due assali, la Vantage scatta sullo zero-cento in 3,7 secondi e tocca i 314 km/h. Al di là delle prestazioni, i tecnici inglesi hanno lavorato molto sulla dinamica del veicolo: il baricentro abbassato rispetto al modello uscente, un nuovo differenziale posteriore elettronico con Torque Vectoring (distribuisce al meglio la coppia motrice al retrotreno per limitare i pattinamenti), tre diverse modalità di guida - Sport, Sport Plus e Track - e le sospensioni adattive sono ottime premesse in termini di guidabilità. Completano la dotazione un maxi impianto frenante e i cerchi in lega da 20” gommati con pneumatici Pirelli PZero. In Italia l’auto arriverà nel primo trimestre 2018 a prezzi nell’ordine dei 160 mila euro.  

 

CAIBAL

 

+++ Segui La Stampa Motori su Facebook! +++  

 

Che cosa ne pensi? Scrivi il tuo commento qui sotto!  

 

 

CAIBAL

 

home

home

Video Tuttoaffari.com
Trova l’auto giusta per te tra le occasioni proposte delle nostre concessionarie