Federica Brignone torna alla vittoria in Coppa del Mondo: suo il gigante di Lienz

La valdostana ha conquistato il successo per 4/100 di secondo sulla tedesca Rebensburg e 8/100 sull’americana Shiffrin. È il 20° podio in carriera.
AFP


Pubblicato il 29/12/2017
Ultima modifica il 09/01/2018 alle ore 07:31
la salle

Federica Brignone urla e scarica tutta la sua tensione sul traguardo di Lienz. L’Italia femminile è ancora gigante e per la quarta volta in quattro gare sale sul podio. Questa volta non c’è la marebbana Manuela Moelgg, ma la valdostana Brignone. Che non torna solo sul podio, ma vince il gigante austriaco di Lienz. È la sesta vittoria in Coppa del Mondo per la ventisettenne carabiniera di La Salle, il 20° podio in carriera nel giorno del 400° gigante della storia della Coppa del Mondo. Paris primo a Bormio ieri, Brignone prima oggi in Austria: l’Italia torna immensa in queste ultime gare del 2017. 

 

Una grande prova per l’azzurra che ha dovuto faticare in questo inizio di stagione, prima per una pubalgia, poi per la contusione rimediata a Courchevel. Una seconda manche da manuale, nessuna come lei è riuscita a sciare nella parte centrale e conclusiva. Una gara tiratissima, incerta fino all’ultima porta. Brignone è stata più forte della tedesca Viktoria Rebensburg (due vittorie quest’anno), che si deve accontentare della seconda posizione per 4/100. Terza Mikaela Shiffrin, a 8/100, mentre Tessa Worley, la francese che ha dominato nell’ultima stagione, si è dovuta accontentare del quarto posto.  

 

Miracolo sulla pista di Lienz, ieri sommersa dalla neve fresca e oggi perfetta per il gigante femminile. Un lavoro incessante da parte degli organizzatori che ieri sono entrati in pista con i gatti e hanno ‘ribarrato’ il terreno, sfruttando le temperature in ribasso della notte. 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi