Nella zona ospedali si pagherà la sosta: prime strisce blu attive da marzo

Una decisione che fa molto discutere: si parte da Nizza Millefonti
REPORTERS


Pubblicato il 08/02/2018
Ultima modifica il 08/02/2018 alle ore 13:05
torino

Contrordine (l’ennesimo): a Nizza Millefonti sarà istituita la sosta a pagamento. Così ha deciso il Comune: le strisce blu saranno disegnate nel tratto tra piazza Carducci e il sottopasso del Lingotto, tra la ferrovia e corso Unità d’Italia. Insomma la zona degli ospedali. I tempi? Rapidi: «Si pagherà dal 5 marzo», ha annunciato ieri Massimiliano Miano, vicepresidente della Circoscrizione 8. Forse, spiegano dalla Città, ci vorrà qualche settimana in più. Ma non si andrà oltre fine marzo. Maria Lapietra, assessora alla viabilità, conferma: «Abbiamo dato mandato a Gtt di tracciare le strisce blu e installare i parcometri anche a Nizza Millefonti». Il tutto, 4 mesi dopo che la stessa assessora aveva annunciato di aver messo in stand by il progetto (avviato dalla vecchia amministrazione Pd e, inizialmente, approvato dalla Giunta grillina). Uno stop - risalente a ottobre - arrivato dopo che il Consiglio della Otto aveva espresso la propria contrarietà: «Ma ci è stato assicurato che le cose sono cambiate, dopo l’estensione della zona blu al vicino Pilonetto (a novembre, ndr) - dice Lapietra - . La Circoscrizione, attraverso il suo vicepresidente, ci ha fatto sapere che i residenti a Nizza Millefonti vogliono la sosta a pagamento per sopperire alla carenza di posteggi».  

 

LEGGI ANCHE: Tutte le notizie sui quartieri  

 

Gli stalli saranno 4500. Si pagherà 1 euro all’ora dalle 8.30 alle 19.30 (dalle 8.30 alle 18.30 nelle vie più vicine agli ospedali). Si procederà in due step: a marzo la sosta a pagamento scatterà tra piazza Carducci e corso Spezia; un mese dopo, a fine aprile, da corso Spezia al sottopasso del Lingotto. «Sono molto sorpreso: la giunta Appendino non ha rispettato la parola data - attacca Davide Ricca, presidente della Otto - . La volontà della Circoscrizione era e rimane negativa rispetto all’allargamento delle strisce blu in un quartiere martoriato dai lavori della metropolitana». Parole che hanno trovato l’appoggio di Lorenzo D’Agostino (capogruppo Pd) e Massimo Giaretto (Lista Civica). Di fatto, sul tema, la circoscrizione è spaccata. Del recente pressing di Miano gran parte del Consiglio non era al corrente.  

Torinosette ti porta al Palazzetto

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno

Scemocrazia

Copyright © 2018