Morto Luciano Vaggi, ex primario di otorinolaringoiatria dell’Asl Vco

Viveva a Ghiffa ma era originario di Domodossola

Luciano Vaggi (destra) con il presidente dell’Ordine dei medici del Vco Daniele Passerini


Pubblicato il 13/02/2018
Ultima modifica il 13/02/2018 alle ore 15:09
GHIFFA

Aveva lottato con passione per costruire il reparto di otorinolaringoiatra all’ospedale di Pallanza di cui è stato primario per molti anni. Con la stessa energia ha tentato di contrastare il male che lo aveva colpito qualche anno fa: Luciano Vaggi è morto domenica all’hospice San Rocco di Intra a 77 anni. Originario di Domodossola, il medico abitava a Ghiffa con la moglie Izabella. Si era laureato a Pavia verso la fine degli Anni Sessanta dove ha pure conseguito la specializzazione. Per parecchio tempo è rimasto nell’ambiente universitario pavese, trasferendosi successivamente all’ospedale di Gallarate e poi a Verbania.  

 

«Mio marito - racconta la moglie - ha vissuto per il suo lavoro. Ha costruito da zero con molta umiltà il reparto di otorinolaringoiatria all’ospedale Castelli e poi a Domodossola. Ha lavorato anche negli ambulatori di Cannobio e Stresa e tutti lo apprezzavano per la generosità». All’Asl Vco Vaggi ha lavorato dal 1982 al 2004 come primario. Dopo la pensione si è dedicato all’attività medica come volontario assistendo a domicilio molti pazienti segnalati dalle associazioni di solidarietà e dai parroci. Il funerale è domani alle 11 nella chiesa di S. Maurizio a Ghiffa dove alle 10,30 verrà recitato il rosario. Lascia, oltre alla moglie Izabella, i figli Ilaria e Alessio, e i fratelli Elena e Mauro. Le sue spoglie riposeranno nella tomba di famiglia a Domodossola 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno